festa del ringraziamento America

Il giorno del Ringraziamento in America: cos’è e perché si festeggia

Il Giorno del Ringraziamento viene celebrato ogni anno come festa nazionale nel continente nordamericano il quarto giovedì di novembre.

A parte il cibo, probabilmente la componente principale della giornata, la festività è un amato periodo dell’anno in cui gli americani si riuniscono per celebrare ciò di cui sono grati, con la famiglia o gli amici. In America, il Ringraziamento è una festa culturale che simboleggia la pace, la gratitudine e l’inizio delle festività natalizie.

Sebbene il Ringraziamento possa aver avuto originariamente un significato religioso, col tempo è diventato per lo più una festa secolare.

Storia del Giorno del Ringraziamento

Nel 1621, i coloni di Plymouth e i nativi americani di Wampanoag condivisero una festa del raccolto autunnale che oggi è riconosciuta come una delle prime celebrazioni del Ringraziamento nelle colonie.

I padri pellegrini tennero la loro seconda celebrazione del Ringraziamento nel 1623 per segnare la fine di una lunga siccità che aveva minacciato il raccolto dell’anno e spinto il governatore Bradford a chiedere un digiuno religioso. I giorni di digiuno e ringraziamento su base annuale o occasionale divennero pratica comune anche in altri insediamenti del New England.

Per più di due secoli, il Giorno del Ringraziamento è stato celebrato da singole colonie e stati in maniera autonoma. Nel 1817, New York divenne il primo di diversi stati ad adottare ufficialmente una festa annuale del Ringraziamento; ciascuno lo celebrava in un giorno diverso, tuttavia, e il sud americano rimase in gran parte estraneo alla tradizione.

Fu solo nel 1863, nel mezzo della Guerra Civile, che il presidente Abraham Lincoln proclamò il Giorno nazionale del Ringraziamento che si sarebbe tenuto l’ultimo giovedì di novembre, e così fu celebrato fino al 1939, quando Franklin D. Roosevelt posticipò la festività di una settimana nel tentativo di stimolare le vendite al dettaglio durante la Grande Depressione. Il piano di Roosevelt, noto con disprezzo come “Franksgiving”, fu accolto con opposizione e nel 1941 il presidente firmò di nuovo con riluttanza un disegno di legge che ristabiliva il giorno Ringraziamento il quarto giovedì di novembre.

Piatti tipici del Giorno del Ringraziamento

Oggi, il Ringraziamento nelle famiglie americane si concentra principalmente sulla cucina e sulla condivisione del cibo con amici e familiari.

Molti americani mangiano il tacchino come parte principale del loro pasto, che tende ad essere arrosto o fritto. Altri piatti tradizionali includono purè di patate, torta di zucca e salsa di mirtilli.

Un’altra tradizione è quella che vede il presidente “perdonare” un tacchino vivo del Ringraziamento ogni anno mandandolo in una fattoria a vivere il resto dei loro giorni invece che al macello. Si ritiene che questa usanza abbia avuto inizio intorno alla metà del ‘900.

Perché si mangia il tacchino il giorno del Ringraziamento?

Ci sono diversi motivi per cui mangiamo tacchino il giorno del Ringraziamento. Innanzitutto, il Pilgrim Hall Museum ha citato lettere di William Bradford, governatore di Plymouth nel 1621, che scrisse che i tacchini selvatici facevano parte del pasto originale che era condiviso tra i pellegrini e gli indiani Wampanoag.

Inoltre la carne del tacchino, essendo ampiamente diffusa, era anche la più economica sul mercato, e quindi accessibile per una vasta fetta di popolazione. Sarah Josepha Hale, nel suo romanzo del 1827 “Northwood”, ha descritto il giorno del Ringraziamento nel New England con dovizia di particolari, parlando anche del celebre tacchino arrosto posto a capotavola.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *