statua della libertà

Statua della Libertà: tutto quello da sapere

La Statua della Libertà è stato uno sforzo congiunto tra Francia e Stati Uniti, inteso a commemorare l’amicizia duratura tra i popoli delle due nazioni.

Lo scultore francese Frederic-Auguste Bartholdi ha realizzato la statua con fogli di rame martellato, mentre Alexandre-Gustave Eiffel, l’uomo dietro la famosa Torre Eiffel, ne ha progettato la struttura in acciaio.

La Statua della Libertà fu poi donata agli Stati Uniti, posta su un piedistallo ed eretta su una piccola isola nell’Upper New York Bay, ora conosciuta come Liberty Island, e dedicata dal presidente Grover Cleveland nel 1886. Nel corso degli anni, la accolse milioni di immigrati approdati in America attraverso la vicina Ellis Island. Nel 1986 ha subito un ampio restauro in onore del centenario della sua dedica.

Statua della Libertà: la storia in breve

Intorno al 1865, al volgere della Guerra Civile Americana, lo storico francese Edouard de Laboulaye propose alla Francia di creare una statua da donare agli Stati Uniti per celebrare il successo di quella nazione nella costruzione di una democrazia vitale.

Lo scultore Frederic Auguste Bartholdi, noto per le sculture di grandi dimensioni, ottenne l’incarico, il cui obiettivo era quello di progettare la scultura in tempo per il centenario della Dichiarazione di Indipendenza nel 1876. Il progetto sarebbe stato uno sforzo congiunto tra i due Paesi: il popolo francese era responsabile della progetto e del suo assemblaggio, mentre gli americani avrebbero realizzato il piedistallo su cui sarebbe stata eretta.

A causa della necessità di raccogliere fondi per la realizzazione della scultura, i lavori non iniziarono fino al 1875. L’imponente creazione di Bartholdi, intitolata “Statua della Libertà che illumina il mondo”, raffigurava una donna con una torcia nella mano destra sollevata e una tavoletta in quella sinistra, su cui era inciso “4 luglio 1776”, la data di adozione della Dichiarazione di Indipendenza.

Bartholdi, che si dice abbia modellato il viso della donna su quello della madre, chiamò Alexandre-Gustave Eiffel, designer della Torre Eiffel di Parigi, per realizzare lo “scheletro” della statua. Insieme a Eugène-Emmanuel Viollet-le-Duc, Eiffel realizzò una struttura in ferro e acciaio che permise ai vari strati di rame di muoversi in modo indipendente, una condizione necessaria per i forti venti che avrebbe sopportato nella posizione prescelta del porto di New York.

La statua della libertà in epoca moderna

Fino al 1901, la Statua della Libertà è stata gestita dall’US Lighthouse Board, poiché la torcia della statua rappresentava un aiuto alla navigazione per i marinai. Dopo quella data, fu posta sotto la giurisdizione del Dipartimento della Guerra degli Stati Uniti a causa dello status di Fort Wood come postazione militare ancora operativa.

Nel 1924, il governo federale ha reso la statua un monumento nazionale e nel 1933 fu trasferita alle cure del National Parks Service. Nel 1956, Bedloe’s Island fu ribattezzata Liberty Island e, nel 1965, Ellis Island è diventata parte del monumento nazionale della Statua della Libertà.

All’inizio del XX secolo, l’ossidazione del rame della Statua della Libertà a causa dell’esposizione a pioggia, vento e sole, aveva conferito alla statua un caratteristico colore verde, noto come verderame. Per questo, nel 1984, la statua è stata chiusa al pubblico e ha subito un massiccio restauro in tempo per la celebrazione del centenario.

Nello stesso periodo, le Nazioni Unite hanno designato la Statua della Libertà come patrimonio dell’umanità. Il 5 luglio 1986, la Statua della Libertà ha riaperto al pubblico in una sontuosa celebrazione del centenario.

Dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, Liberty Island è stata chiusa per 100 giorni; la Statua della Libertà stessa non è stata riaperta all’accesso dei visitatori fino all’agosto 2004. Nel luglio 2009, la corona della statua è stata nuovamente riaperta al pubblico, anche se i visitatori devono prenotare per salire in cima al piedistallo o alla corona. Circa 4,5 milioni di turisti visitano la Statua della Libertà ogni anno.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *